Sosta in Via Castel Morrone e teatrino della politica

Via_Castel_MorroneMercoledì 22 gennaio si è tenuta una seduta congiunta delle Commissioni Urbanistica e Ambiente del Consiglio di Zona in cui è stato trattato il tema del parcheggio delle auto in via Castel Morrone.
I cittadini residenti nell’intorno della Via hanno promosso da fine 2010 una petizione per chiedere al Comune un intervento di riqualificazione dell’area occupata dai filari alberati e dalla sosta “tollerata” delle auto sul modello di quanto realizzato anni fa in via Teodosio. Si parla di quasi 300 posti auto che i cittadini vorrebbero conservare e rendere più dignitosi attraverso la posta di autobloccanti che consentano di evitare il problema del fango.
Considerata la politica dell’Amministrazione Pisapia sul tema dei parcheggi il timore è quello che il Comune decida di intervenire pesantemente dando seguito alla volontà di eliminare i posti auto da tutti i filari alberati della città. Una volontà ribadita anche nelle linee guida della Commissione Urbanistica di Zona 3 di cui il Presidente è Gabriele Mariani (Pd).

In occasione della citata riunione di commissione erano presenti diversi cittadini ma solo pochi di loro erano residenti nell’area in questione. I non residenti erano, guarda caso, militanti dei partiti di sinistra. In gran parte volti conosciuti da chi frequenta l’aula del Consiglio di Zona. Si andava dagli esponenti del “Comitato x Milano” di area comunista a membri dei circoli del Pd politicamente vicini all’Assessore Maran. Alcuni di questi erano coloro che sotto la guida di Mariani si erano sostituiti alla Polizia Locale andando in giro di notte a contare le auto dei veri residenti per dimostrare che la mancanza di sosta è dovuta unicamente (secondo loro) alla presenza dei pendolari.
A questi cittadini “neutrali” è stato dato ampio spazio di intervento per tessere gli elogi alla nuova politica dell’Amministrazione per la riduzione del numero delle auto e della sosta irregolare definita in maniera spregiativa “parassitaria”. Solo verso la fine della seduta è stato dato spazio ai cittadini sostenitori della petizione.
sosta_castel_morrone_disegno_col trucco copiaIl momento tragicomico della seduta si è avuto quando i Presidenti delle due Commissioni, Mariani e Monzio Compagnoni, hanno proiettato alcune slides che dovevano sostenere la tesi di un dimezzamento dei posti auto in caso di riqualificazione. Al fine di disincentivare le richieste dei residenti (quelli veri) è stato mostrato un disegno in cui si indicava che in caso di riqualificazione si sarebbero ridotti del 50% i posti a causa della realizzazione delle protezioni attorno agli alberi. Per sostenere ciò le auto erano state ingrandite rispetto alla figura precedente indicante la situazione attuale!

La seduta si è conclusa con una mezza vittoria dei residenti contro l’Amministrazione comunale. Per ora infatti non si parla più di eliminazione totale della sosta irregolare.