Lambrate in continua evoluzione

Il Consiglio di Zona torna ad esprimersi dopo parecchi anni in merito all’intervento di riqualificazione che riguarda aree e fabbricati compresi tra le vie: Crespi, Pitteri, Tanzi, Bistolfi, Canzi. In particolare per quanto riguarda la variante della convenzione tra Comune e Società Quorum SGRpA stipulata nel 2009.
L’area di progetto è di 44.613 metri quadri dove saranno realizzati 10 edifici con altezza variabile fra 4 e 8 piani. Previsti spazi residenziali, anche a carattere sociale, spazi commerciali e una vasta area verde pubblica.
Si tratta di un intervento che contribuirà a dare al quartiere un volto moderno, rappresentando un tassello fondamentale per lo sviluppo dell’intera area periferica di Lambrate/Rubattino.
L’intervento dovrebbe consentire al Comune di incamerare risorse per riqualificare il sottopasso pedonale di via Amadeo. Grazie al sistema dello scomputo degli oneri di urbanizzazione dovrebbe finalmente essere riqualificata anche la rotonda di Viale delle Rimembranza di Lambrate.
Poichè la proposta di delibera non indicava questo importante intervento, ho proposto e ottenuto che venisse inserito un esplicito richiamo per far si che il Consiglio di Zona si esprimese ufficialmente sottolineando l’importanza e l’urgenza di ridare dignità all’area.

Novità anche per quanto riguarda via Conte Rosso per la quale il Consiglio di Zona ha chiesto un intervento di riqualificazione che possa contribuire a valorizzare la sua vocazione antica di “borgo” quanto il suo presente e futuro di polo artistico e culturale grazie alla vicinanza di Via Ventura.
In particolare si è chiesto che, a conclusione dei lavori di realizzazione del collettore fognario e di quelli previsti nell’estate prossima per la sostituzione delle tubature dell’acqua nelle vie Conte Rosso e Canzi, sia realizzata un’adeguata pavimentazione complanare su tutta la via, fino alla “cappelletta” ed a prosecuzione della sistemazione già adottata in Via dei Canzi (fronte alla Chiesa di San Martino in Lambrate).

Nel dettaglio:

1) Adozione di un’adeguata pavimentazione complanare su tutta la via, fino alla “cappelletta” ed a prosecuzione della sistemazione già adottata in Via dei Canzi (fronte alla Chiesa di San Martino in Lambrate)
2) Allargamento dei marciapiedi con contestuale eliminazione della sosta nel primo tratto fino all’incrocio con viale Rimembranze di Lambrate, posa di dissuasori di sosta a delimitazione della parte a marciapiede.
3) 
Possibile valorizzazione delle aree verdi prossime alla scuola, nei pressi dell’edicola.
4) I
stituzione di una Zona 30 comprendente via dei Canzi e via Conte Rosso prevedendo l’installazione di un dosso all’inizio della via Conte Rosso.

Ho chiesto ed ottenuto che venisse inserita nella delibera anche la richiesta di realizzazione di posti auto a lisca di pesce nelle vie limitrofe l fine di recuperare, almeno parzialmente, i posti auto cancellati in via Conte Rosso.

Nonostante reputi entrambi i progetti positivi rimango perplesso su alcuni aspetti. In particolare sulla tempistica che appare non chiara soprattutto per quanto riguarda l’intervento maggiore relativo all’area della Quorum SGRpA. Auspico che il Comune tenga gli occhi ben aperti su questo per evitare cantieri infiniti e che la riqualificazione della rotonda di Rimembranze debba attendere ancora anni.

(Foto tratta dal sito Quorum SGRpA)