Giornata della Memoria: la sinistra mette in cattedra il pregiudicato

In occasione della seduta di Consiglio del 5 dicembre 2013 è inizita la discussione delle delibere di spesa riguardandi i fondi da attribuire a sostegno di varie iniziative culturali, sportive ed educative in senso lato.
Tra queste una proposta da tre licei della Zona 3:

“Il progetto coinvolge tre scuole superiori della zona: il Volta, il Virgilio e il Maxwell. Si tratta di un percorso che ha come oggetto il pregiudizio razziale sia nella sua diffusione storica fra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento sia nel contesto attuale. L’indagine è centrata in modo particolare, ma non esclusivo, sull’antisemitismo e prende spunto dalla giornata commemorativa. La contestualizzazione storica ha come centro il periodo del fascismo e del nazismo, ma si attualizza nella riflessione sul presente. Si articola in diverse iniziative proposte agli studenti e aperte ai cittadini in orari pomeridiani e serali. Più precisamente: la presentazione del progetto e la conferenza “L’immagine degli ebrei, ricerca qualitativa in tre città italiane: Milano, Verona e Roma” (12 dicembre 2013 ore 20.45 presso l’Istituto Virgilio), la conferenza “Italia 1938-1945: l’ostilità antiebraica, una novità o una conferma?” (23 gennaio 2014 ore 14.30 presso l’Istituto Virgilio), i tre incontri “Shoa e letteratura”, “Antisemitismo nel cyber spazio, ovvero l’odio razziale” e “I movimenti neo-fascisti oggi in Italia e in Europa” (27 gennaio 2014 ore 14.30 presso il Volta, il Virgilio e il Maxwell), la mostra-concorso “Esperienze dell’esclusione: racconti, poesie, suoni e immagini”, lo spettacolo teatrale “Sonny boy” e un concerto (27 gennaio 2014 ore 20.00 presso l’Auditorium di via Valvassori Peroni), l’incontro “La cultura scientifica e la formazione dell’ideologia razzista” (28 gennaio 2014 ore 8.00 in una delle tre scuole e ore 11.00 in un’altra delle tre scuole) e l’incontro “Stereotipi antiebraici nella vignettistica europea fra fine Ottocento e prima metà del Novecento” (28 gennaio 2014 ore 8.00 in una delle tre scuole e ore 11.00 in un’altra delle tre scuole). Sono possibili variazioni eventualmente dovute a cause oggi imprevedibili. Per la sua realizzazione, il Liceo Scientifico “Alessandro Volta”, capofila del progetto, chiede al CdZ un contributo di 3.000,00 euro a copertura delle spese. Si propone l’assegnazione di un contributo di 2.400,00 euro pari all’80% della richiesta.”

Ciò che non risulta dal citato documento, ma è stato dichiarato in sede di presentazione dell’iniziativa in sede di Commissione, è la partecipazione di un certo Saverio Ferrari. Pregiudicato per avere alle spalle una condanna definitiva risalente all’8 novembre 1991, a tre anni e tre mesi per l’assalto al bar Porto di Classe a Milano avvenuto il 31 marzo 1976.
Per protestare contro questa iniziativa alcuni ragazzi sono entrati in aula esponendo uno striscione con scritto “Contro i cattivi maestri siamo in rotta di collisione”. Ne sono scaturiti alcuni momenti di tensione a causa della reazione scomposta di alcuni consiglieri di sinistra. Il tutto è durato una ventina di minuti.
Alla fine di tutto il Presidente del Consiglio di Zona (Renato Sacristani di Rifondazione Comunista – in foto) ha annunciato una querela a danno dei manifestanti per “interruzione di pubblico servizio”, cosa impossibile in quanto nessuna interruzione c’è stata in quanto il Consiglio è andato avanti e i manifestanti sono sempre rimasti nella porzione dell’aula destinata al pubblico.