Sicurezza e degrado in Zona 3: l’Assessore Granelli delude le aspettative

GranelliNella serata di lunedì 9 settembre si è tenuta una seduta monotematica del Consiglio di Zona 3 sul tema “Sicurezza e degrada in Zona 3″. La riunione era stata formalmente richiesta dalle opposizioni presentando le firme necessarie in quanto la maggioranza era contraria allo svolgimento della seduta.
L’Assessore Granelli, alla presenza di una settantina di cittadini, ha fatta un resoconto di quanto lAmministrazione Pisapia sta facendo per garantire maggiore sicurezza ai milanesi. Ha iniziato elogiando l’attività dei vigili di quartiere e della Polizia Locale in generale che starebbe svolgendo un’importante opera di contrasto ai venditori abusivi dei mercati rionali e nei confronti degli automobilisti indisciplinati.
L’aspetto più interessante ma allo stesso tempo un’pò fumoso dell’intervento dell’Assessore riguarda l’intenzione di stabilire un “dialogo” con i proprietari delle aree abbandonate al fine di prevenire occupazioni abusive.
Non manca un riferimento generico al problema dei cosidetti “writers” con cui l’Amministrazione intende dialogare distinguendo tra espressione artistica e vandalismo.

Gli interventi dei cittadini, ben 19, sono entrati molto nel dettaglio dei problemi del territorio, spaziando dalla questione dell’incremento del numero di “nomadi” presenti soprattutto a Lambrate ad argomenti legati alla prostituzione di strada che sta dilagando nella zona di viale Abruzzi e di Porpora/Teodosio. Interventi anche sull’annosa questione del degrado di via Benedetto Marcello connesso con la presenza del mercato e di numerosi negozi gestiti da stranieri.

Dopo gli interventi dei cittadini è stata la volta dei Consiglieri, a parlare sono stati quasi esclusivamente i rappresentanti delle opposizione.
Il sottoscritto ha ribadito le criticità legate al complesso edilizio incompiuto e abusivamente occupato di via Bistolfi e all’area comunale di via Valvassori Peroni 10 abbandonata da due anni e già teatro di occupazioni abusive. Ho chiesto che venissero comunicate le tempistiche legate allo sgombero in via Bistolfi e all’abbattimento dei ruderi in via Valvassori Peroni. L’Assessore  non è stato in grado di indicare alcuna tempistica. In particolare per quanto riguarda il palazzo occupato ha smentito quanto affermato in luglio dal delegato alla Sicurezza del Consiglio di Zona, Adalberto Muzio, che aveva dichiarato che lo sgombero sarebbe avvenuto entro il mese di settembre.

L’aspetto più incredibile della serata è stato l’aver concesso la parola, da parte del Presidente del Consiglio di Zona 3 Renato Sacristani (Rifondazione Comunista), ad una giovane esponente del gruppo di abusivi che ha occupato nei mesi scorsi le villette Aler di via Apollodoro e piazza Ferravila. A questa persona è stato concesso di terminare l’intervento anche dopo che aveva dichiarato che all’interno degli spazi avviene una vendita abusiva di bombolette spray per ragazzi. Tutto ciò davanti ad un incredulo quanto imbarazzato Assessore Granelli.

Al termine della replica dell’Assessore il Consiglio si è chiuso con gli applausi dei pochi ed attempati esponenti del Comitato X Milano (ex Comitati X Pisapia) rimasti fino alla fine.