Arci-Amici in Zona 3

Il Consiglio di Zona conferma la volontà di interrompere la lunga tradizione di iniziative estive organizzate par animare la periferia della Zona 3 che si tenevano al Parco Lambro.
Sono invece investiti 3000 euro per contribuire all’organizzazione della Festa del Politecnico (di certo non un ente bisognoso) che si terrà in piazza Leonardo da Vinci, luogo abitualmente deserto in estate per mancanza di studenti e residenti.
Coinvolto il circolo di Zona 6 “Arci Bellezza”.

Il rapporto tra il Consiglio di Zona 3 ed in particolare della Commissione Cultura presieduta da Alesandro Papale (Sel) e i circoli ARCI è ormai divenuta una tradizione.

Già il 27 settembre 2012 era stata finanziata una rassegna cinematografica a cura del Circolo Arci “26×1 Offensive democratiche” per un costo di 410 euro di cui 400 a beneficio di un fantomatico “curatore”. Il 22 novembre 2012, dopo solo due mesi, veniva finanziata un’iniziativa di un altro circolo Arci, quello ospitato all’interno dell’edificio ALER di via Pascoli 4, dal titolo “Nutriamoci di Cultura”. Un progetto di “coesione sociale e produzione di cultura condivisa” per una spesa di 654,75 euro. Passa appena una settimana, siamo al 29 novembre 2012, e arriva un nuovo finanziamento ad un circolo della stessa famiglia, questa volta ad essere beneficiato è il Circolo Arci “Metromondo” e la motivazione in questo caso sono i lavoratori del San Raffaele (dove si dice lavori lo stesso Papale). Si tratta infatti di 1700 euro più iva spesi per uno spettacolo dal titolo “Ridere e cantare fa bene alle salute”.
Giovedì 16 maggio, meno di due mesi fa, era stata la volta del Circolo Arci “26×1 Offensive democratiche” finanziato con 1350 euro per una rassegna cinematografica per cui il curatore (di cui erano persino ignoti nome e curriculum in delibera) riceveva ben 1000 euro.

In sostanza ogni due mesi circa viene coinvolto un circolo della celebre organizzazione di sinistra delle ARCI. Possibile che non ci siano altre realtà in Zona 3 che possano collaborare col Consiglio di Zona?
La risposta ovviamente è affermativa.