Operazione trasparenza: le presenze in aula dei Consiglieri

Iil 20 febbraio 2012 il Consiglio di Zona approvava una mia mozione che chiedeva venissero pubblicate sulla pagina della Zona 3 (e delle altre zone) le presenze dei Consiglieri. Finalmente, dopo un anno dalla richiesta gli Uffici hanno finalmente pubblicato i dati relativamente all’anno 2011.
Ovviamente la presenza fisica dei consiglieri non è certamente sufficiente per valutare il loro operato ma rappresenta un modo (non l’unico) per misurare la serietà nel portare avanti l”impegno che si sono presi con gli elettori.

I dati (clicca qui per scaricarli) misurano la presenza dei Consiglieri sulla base di due voci: il numero di presenze alle sedute consigliari, il numero di delibere votate in tali sedute. Nel caso delle presenze consiglieri sono conteggiate anche le sedute che a volte vengono convocate (come succede nelle riunioni di condominio) per abbassare il nunero legale della “vera” riunione che si terrà la stessa sera o il giorno seguente. Chiaramente queste riunioni non sono deliberanti e sono partecipate da un numero esiguo di consiglieri che si limitano a rispondere all’appello. Per quanto riguarda il numero di delibere il limite è dato dal fatto che si può essere presenti partecipando attivamente alla discussione di una certa delibera pur decidendo di non voler partecipare al voto per questioni politiche (ad esempio i consiglieri di opposizione possono cercare di opporsi all’approvazione di una delibera dai contenuti non condivisi cercando di togliere il numero legale all’assemblea).
Fatte le necessarie premesse analizzando i dati si evidenzia che per quanto riguarda le presenze Sacristani (Rifondazione Comunista), Varrella (Lega Nord), Bissolati (PdL) rsultano i più presenti. Al contrario i consiglieri Bosi (PdL), Pilati (Lega Nord, ora Gruppo Misto), Natale (PdL) sono risultati i meno assidui frequentatori delle sedute. Caso a parte per Anghileri (Lista Bonino) che ha partecipato unicamente alla seduta di insediamento essendosi dimessa subito dopo.

Anche la Zona 4 ha pubblicato dati simili nei mesi scorsi. Nel caso della Zona 9 sono invece pubblicate le registrazioni audio delle sedute.