Deliberate le osservazioni al Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2014- 2016

Il 26 marzo 2013 il Consiglio di Zona 3 ha approvato le proprie osservazioni al Piano Triennale delle Opere Pubbliche 2014-2016. Si tratta di un documento che teoricamente ha una grande importanza in quanto raccoglie l’elenco degli interventi a cui la Zona 3 attribuisce il rango di priorità. L’utilizzo del termine “teoricamente” è legato al fatto che l’interessante e approfondito lavoro portato avanti deve tenere conte del non trascurabile vizio di base che sta nell’impossibilità di avere informazioni da parte dell’amministrazione centrale rispetto al reale budget a disposizione per la realizzazione delle opere che dipende dai bilanci votati dal Comune anno per anno. Ciò nonostante, in occasione di una delle sedute di commissione che sono state convocate in preparazione della deliberazione consigliare, ci è stato verbalmente indicato da un esponente degli uffici tecnici centrali che la cifra a disposizione per ciascuna zona non dovrebbe superare i 2,8 milioni di euro, nella migliore delle ipotesi.

Per quanto possa quindi valere quanto è stato deliberato dal Consiglio di Zona sono riuscito a far inserire, nonostante le iniziali resistenze del Presidente della Commissione Territorio e Urbanistica Gabriele Mariani (Pd), la necessità di intervenire nella zona Viale Giustiniano / Viale dei Mille affinchè siano realizzati posti auto a pettine intervenendo sui marciapiedi delle vie limitrofe secondo quanto già deliberato nel 2007.
Sempre su mia richiesta è stata inserita l’indicazione di procedere al rifacimento dell’area verde antistante il sagrato della chiesa di San Carlino in Lazzaretto, con relativo potenziamento dell’illuminazione.
Non sono invece state accolte altre mie osservazioni tra cui quella di richiedere la rimozione dei masselli in via Andrea Costa che creano vibrazioni in alcuni palazzi limitrofi a causa del passaggio dei mezzi pesanti. L’emendamento che ho presentato a tal fine è stato addirittura dichiarato inammissibile dalla Vicepresidente del Consiglio Sara Rossin (Pd). Dichiarata inammissibile da Rossin anche la richiesta di riqualificazione dell’area verde situata in viale delle Rimembranze di Lambrate già deliberata più di un anno fa su mia insistenza.

Auspicando che almeno una piccola parte delle richieste del Consiglio di Zona venga concretizzata avrò cura ti tenervi aggiornati sugli sviluppi.

Clicca qui per scaricare il documento.