La cultura degli amici (edizione di primavera)

Il 14 aprile è stata approvata dalla Maggioranza la programamzione del secondo trimestre della Commissione “Cultura e Socialità”.
Assente il Presidente Papale (SEL) è toccato al Vicepresidente Scarinzi (PD), aiutato dalla Vicepresidente del Consiglio Rossin (PD), cercare di convincere le opposizioni della bontà e della qualità delle iniziative culturali proposte. Risultato ottenuto solo a metà.
Tutte iniziative a costo zero, per lo più patrocini non onerosi dati ad enti che presentano proprie iniziative quali ad esempio quelle dell’Università per incontri a carattere divulgativo sull’orticultura urbana, all’ANPI per la consueta iniziativa sulla Liberazione, al “Comitato X Milano” per una conferenza sulla violenza contro le donne, alla presentazione di un documentario a cura del Sindacato Pensionati Spi CGIL, alla Libreria dei Ragazzi per il proprio Quarantennale, all’Associazione Agedo per un’iniziativa contro l’omofobia e ad un’associazione sportiva per dipingere alcune balle di fieno.

Una programmazione abbastanza sotto tono soprattutto dal punto di vista delle risorse economiche, infatti il Comune sotto la nuova amministrazione ha effettuato drastici tagli di fondi alle Zone per le proprie attività. L’unico evento per il quale la Maggioranza era disposta a conferire un contributo, il concerto “Omaggio a Vivaldi” dell’Associazione Corale Polifonica Città Studi, è stato stralciato dalla programamzione a causa dei ritardi accumulati dalla malagestione del Consiglio che non ha consentito una votazione in tempo utile per la data dell’evento.

Tolte le due iniziative dell’Università e il concerto, tutte le altre iniziative patrocinate e sostenute con la stampa del materiale pubblicitario, provengono da enti che fanno più o meno riferimento all’area politica della sinistra.
Cominciamo dagli eventi per il quarantesimo compleanno della Libreria dei Ragazzi, un’attività commerciale presente in via Tadino e con sedi anche a Monza e Brescia. Una serie di eventi attraverso i quali la Libreria potrà farsi pubblicità attraverso il logo del Consiglio di Zona, acquisendo magari nuovi clienti. Un patrocinio ad un negozio che come dichiarato in Commissione dalla Consigliera Filice (PD) è frequentato anche dal Sindaco Pisapia. In periodo di “Fuori Salone” ecco un’iniziativa proposta da un’associazione sportiva di fuori Milano. “SballaMI il Design(er)” è il nome dell’evento che si terrà nei prossimi giorni nei giardini di via Pini 1 che consisterà nel pitturare delle balle di fieno ad opera di writers. In pratica come insegnare ad usare le bombolette spray fornite da alcuni sponsor, che potranno farsi pubblicità grazie al Consiglio di Zona.
Veniamo ora ai “Comitati X Milano”, sedicente associazione apolitica che in realtà è l’evoluzione dei “Comitati X Pisapia” di cui ha in comune oltre al grafico anche e soprattutto l’orientamento politico. Iniziativa che verte sulla proiezione di alcuni film che si terrà in maggio. Il tema della violenza sulle donne diviene un modo per i Comitati per poter incontrare nuove persone e farsi pubblicità senza nemmeno pagare l’affitto dell’auditorium, gentilmente offerto dal Consiglio.
Per qualche settimana c’è stata anche la possibilità che il Consiglio prestasse il proprio servizio come stamperia anche per la CGIL in occasione di una loro iniziativa per la Festa del Lavoro. Cinquemila volantini che la Stamperia civica avrebbe dovuto realizzare per venire incontro ad un ente senz’altro bisognoso di risorse come il grande sindacato rosso. Il fatto che l’iniziativa, un documentario con relativo dibattito, si sarebbe dovuta tenere solo 4 giorni dopo la votazione in Consiglio, senza quindi alcuna possibilità per una degna pubblicizzazione, ha indotto la Maggioranza, sollecitata dal PdL, a rinunciare all’idea di far buttare via denaro pubblico.
Finiamo la carellata delle iniziative del Consiglio di Zona in epoca Pisapia con quella dell’Associazione Agedo. La proiezione del film “Due volte genitori” sulle problematiche dei genitori con figli omosessuali. Un’iniziativa voluta dagli Assessori Benelli (SEL) e Majorino (PD) che si terrà in tutte le nove Zone per la quale il Consiglio ha il banale ruolo di fornire l’auditorium e di far stampare un’pò di materiale pubblicitario.