Morti in Zona 7

In riferimento agli ultimi fatti di cronaca nera avvenuti in via Martirano e in via Giotto, sono mesi che in Consiglio di Zona 7 chiedo che la sicurezza dei cittadini venga trattata con la giusta attenzione. Il presidente della commissione risulta poco sensibile all’argomento, lo dimostra il fatto che la commissione consiliare competente fu nominata “Politiche Sociali”. L’amministrazione di centrosinistra, su impulso dell’assessore Granelli, ha ritenuto che l’argomento venga affrontato con cadenza trimestrale attraverso una mappatura delle criticità segnalate dai cittadini. Nel mio intervento in occasione dell’ultima seduta del Consiglio di Zona del 5 marzo, ho chiesto che le morti di Giacomo Gnudi e di Gigliola Beratto – il primo sbranato da cani addestrati per i combattimenti clandestini nei campi rom di Muggiano e la seconda scippata e deceduta a seguito dell’accaduto, avvenute entrambe sul territorio di nostra competenza -, non finiscano unicamente in statistiche asettiche, ma che quanto prima venga convocato un Consiglio straordinario per affrontare la tematica così attuale e sentita dalla cittadinanza. Dopo i passati sopralluoghi ai campi rom di Muggiano e le promesse fatte ai residenti e agli agricoltori del Parco Sud, è giunto il momento di adoperarsi per dare seguito alle parole con fatti concreti. Ho chiesto che l’amministrazione comunale predisponga controlli e provveda a tempestivi interventi manutentivi sulle telecamere di videosorveglianza per le quali furono investite ingenti risorse economiche e che oggi risultano inutilizzate. I milanesi pretendono di non vivere nella paura e barricati nelle loro abitazioni.

http://www.youtube.com/watch?v=dL1MZzmWUxU&context=C388b118ADOEgsToPDskJKJGVxykBdC22WcL9Ffmwj