No alla “Tassa C”

In questi giorni è in arrivo nelle case dei milanesi una lettera del Sindaco il cui scopo è quello di illustrare la bontà dell’istituzione del pedaggio a pagamento per muoversi i auto nel centro cittadino. Una lettera in cui viene citato l’esito del referendum dello scorso giugno in cui i cittadini che si sono recati alle urne (una minoranza degli aventi diritto) chiedevano l’estensione del vecchio “ecopass”  introdotto e poi cancellato dall’Amministrazione Moratti.
La comunicazione alle famiglie è uno dei capitoli della campagna di pubblicizzazione dell’istituzione di “Area C” per cui l’Aministrazione sta investendo più di 400 mila euro.
A partire da domani fino alla vigilia dell’entrata in vigore del pedaggio membri della Giunta e consiglieri comunali di maggioranza si divideranno per raggiungere le nove Zone dando vita ad incontri con i cittadini.
Per quanto riguarda la Zona 1 l’incontro si terrò il 9 gennaio alle ore 21.00 presso il “CAM Garibaldi” di corso Garibaldi 27. 

In quello stesso giorno diversi consiglieri comunali e zonali dell’opposizione (tra cui chi scrive) saremo in largo La Foppa a partire dalle ore 17.30 e fino alle 20.00 per spiegare ai cittadini il provvedimento della Giunta Pisapia, che riteniamo ingiusto e inefficace dal punto di vista del miglioramento dela qualità dell’aria. Un provvedimento ideato solo per fare cassa in un periodo in cui il 30% dei Giovani è disoccupato e chi ha un posto di lavoro riesce a stento ad arrivare al termine del mese.

Sarà allestito un gazebo in cui verranno raccolte le firme per chiedere l’abrogazione del nuovo balzello.