La cultura degli amici

Amici-stella-rossa“Rimettere la zona e Milano al passo con la realtà europea [..] abbandonando ogni forma di gestione clientelare e i privilegi derivanti da rendite di posizione, per promuovere invece un sano e positivo dinamismo competitivo.”

Ecco come il Consigliere di Zona 3 Federico Santoro ricorda l’esordio del giovane consigliere di SEL, Alessandro Papale, quando descrisse il nuovo corso della Commissione Cultura che sarebbe stata da lui presieduta.
Peccato però che si sia rimangiato tutto nel giro di due mesi. Infatti su due commissioni convocate, per ben due volte, c’è stato all’ordine del giorno il patrocinio ad iniziative promosse dall’associazione Anpi-Ortica, la cui ex-presidentessa (quando si dice il caso) è anche una consigliera in quota Rifondazione Comunista. L’altra iniziativa che la Commissione vuole patrocinare è presentata dall’associazione Auser che, leggendo il loro sito internet, risulta essere stata costituita nel 1989 dalla Cgil e dal Sindacato dei pensionati Spi-Cgil. E tutti sappiamo da che parte è schierata la CGIL….
E così si sono infranti i sogni di Papale che parlava di “dinamismo competitivo” contro clientelismo e privilegi, probabilmente ingabbiati dai diktat della sua maggioranza o, piuttosto, dalle richieste degli amici degli amici (dei consiglieri).