Pasticcio in Consiglio di Zona: votate 8 commissioni permanenti

Venerdì 1 Luglio 2011 è stato convocato in 2^ seduta il consiglio di Zona 9, all ordine del giorno elezione del presidente e l’istituzione delle commissioni istruttorie con relativi presidenti.

Viene eletta la Dott.ssa Beatrice Uguccioni (PD) ,già presidente nello scorso mandato. Nel discorso di insediamento si fa riferimento al dialogo, alla mediazione alla capacità risolutiva a cui tutti gli schieramenti saranno chiamati.

E sarà proprio così, perchè subito dopo l’elezione della Dott.ssa U, si andrà a votare per le commissioni, o meglio, le 8 commissioni istruttorie presenti nell’ordine del giorno. Il presidente mette subito in votazione privando della facoltà di intervento i consiglieri a cui si appellerano subito dopo. Il primo ad intervenire sarà Gianluca Ferrando (PDL) che solleva l’illegittimità della votazione appena conclusa appellandosi all’articolo 19 com. 1 del Regolamento del decentramento territoriale, il quale cita specificatamente che le commissioni istruttorie non possono superare il numero 7. Norma che per altro è stata recentemente modificata con l’introduzione della Commissione Istituzionale Decentramento. L’aula attende una risposta dal presidente, il quale si rivolge a sua volta al direttore di settore, che in maniera poco specifica comincia a divagare sulla Commissione PMZ. I toni cambiano quando il presidente nega l’annullamento della votazione, si assiste a una dura presa di posizione della maggioranza la quale pur avendo piena conoscenza dell’errore come si apprenderà successivamente dai blog dei consiglieri del PD, vota contro l’istanza presentata dalla lega. Il Pdl e il Carroccio indignati abbandonano l’aula.