Amici in Commissione Attività Produttive

Martedì 12 luglio si è tenuta la prima seduta della Commissione Attività Produttive e Lavoro in occasione della quale sono state evidenziate dal Presidente, Michele Sacerdoti, i primi obiettivi.
In particolare è stata ribadita, rispetto a quanto già affermato in occasione del Consiglio scorso, la volontà di creare uno “sportello lavoro” presso una delle sale del Settore Zona 3 di via Sansovino 9. A spiegare le finalità di tale servizio è stata chiamata ad intervenire una giovane avvocatessa. La professionista ha parlato di un servizio che dovrebbe indirizzare l’utente, un lavoratore precario, su come difendere i propri diritti. Una formula poco chiara che ha suscitato varie perplessità in quanto non è tuttora evidente di cosa questo sportello dovrebbe ooccuparsi a differenza di quanto già fanno sindacati e patronati.
Nel corso della seduta le opposizioni sono venute a conoscenza che tale professionista ha collaborato con “la casa della sinistra” di via Porpora 45, in pratica una sede del partito di Vendola.

Il Gruppo del PdL ha espresso interesse per l’idea ma forti perplessità sul metodo che si è tenuto per affrontare l’argomento. I consiglieri delle opposizioni chiedono che venga discussa prima la tipologia dei servizi che tale sportello potrà erogare e in un secondo tempo si pensi al prestatore d’opera, che deve essere individuato tramite apposito bando.

Anche da parte mia vale l’auspicio e la richiesta di un percorso che garantisca la trasparenza e la qualità del servizio. Spero veramente che questa proposta non nasconda la volontà della maggioranza di creare una struttura ad hoc dove dare visibilità ai propri amici e conoscenti.

Sono certo che il Presidente Sacerdoti, persona che stimo e conosco da anni, non si farà strumentalizzare dagli alleati dell’estrema sinistra vendoliana.